diretto da Maria Silvia Sacchi

Il riassetto della governance

Rivoluzione Kering: Bellettini a fianco di Pinault, Bizzarri lascia Gucci

La manager italiana diventa la n. 2 del gruppo francese: a lei riporteranno gli amministratori delegati di tutte le maison. Jean-François Palus nuovo presidente e ceo di Gucci “per un periodo transitorio”. François-Henri Pinault sul riassetto: “Stiamo costruendo un’organizzazione più solida per cogliere appieno la crescita del mercato globale del lusso”

Rivoluzione Kering: Bellettini a fianco di Pinault, Bizzarri lascia Gucci

Un anno di rumors e oggi gli annunci, questa volta in qualche modo inattesi per la tempistica. Francesca Bellettini diventa la numero 2 di Kering, a fianco di François-Henri Pinault. Marco Bizzarri lascia Gucci. Kering cambia la sua governance.


Bellettini è stata nominata Kering Deputy Ceo e a lei riporteranno gli amministratori delegati di tutte le maison del gruppo, Gucci compreso. Nomina che aggiunge a quella di ceo di Saint Laurent.


Bizzarri, ceo di Gucci dal 2015, lascerà l’azienda dal 23 settembre, quando sarà sfilata la prima collezione del nuovo stilista Sabato De Sarno. A sostituire Bizzari in Gucci sarà Jean-François Palus. Non tutti i tasselli sono ancora andati al loro posto, visto che la nomina di Palus è indicata come “per un periodo transitorio”.

A livello di governance, è stato creato un secondo Kering Deputy Ceo: il direttore finanziario Jean-Marc Duplaix che sarà a capo di tutte le funzioni corporate del gruppo.

Queste le novità annunciate in un comunicato uscito nel tardo pomeriggio di oggi, 18 luglio, nel quale Kering spiega di aver rafforzato “la governance e l’organizzazione”.

La forza crescente di Bellettini

Da molto tempo si diceva che Bellettini – la manager italiana che ha spinto Saint Laurent fino ai 3,3 miliardi di fatturato e che anche di recente il Financial Times ha inserito tra le donne più influenti del mondo e “pronta a fare una nuova mossa” – si preparava ad avere un ruolo di molto maggior peso nel gruppo di Pinault. Si diceva che avrebbe preso il posto di Bizzarri in Gucci, voci che sul mercato si erano infittite dopo l’uscita da Gucci del direttore artistico Alessandro Michele lo scorso novembre, tanto da spingere il presidente e amministratore delegato di Kering, François-Henri Pinault, a smentirle in una dichiarazione all’americano WWD, sei mesi fa, il 13 gennaio scorso.

Che fosse solo una questione di tempo era, però, abbastanza chiaro. Non solo per il rallentamento di Gucci, società che pure Bizzarri ha portato a oltrepassare i 10 miliardi di fatturato e che rappresenta la metà del giro d’affari del gruppo Kering, ma anche per la forza crescente di Bellettini. In Yves Saint Laurent la manager era stata nominata amministratrice delegata esattamente 10 anni fa, nel luglio del 2013, quando la maison fatturava poco più di 500 milioni di euro ed era il terzo marchio del gruppo dopo Bottega Veneta che già superava il miliardo. Oggi Saint Laurent ha toccato i 3,3 miliardi nel 2022 e punta ai 5 miliardi di euro, per le stesse parole della sua amministratrice delegata, mentre Bottega ha fatto 1,7 miliardi lo scorso anno.

Si diceva che, nonostante i rumors di mercato, gli annunci di oggi siano giunti inattesi, anche perché il 27 luglio il gruppo renderà noti i risultati del semestre. Si capirà meglio nelle prossime settimane.

La nota del gruppo

Dunque, Kering ha annunciato oggi “una serie di nomine ad alto livello, volte a rafforzare la gestione delle sue maison, elevando ulteriormente le competenze operative a livello di gruppo e consolidando la sua
organizzazione”, come dice la nota.

“Francesca Bellettini, presidente e amministratore delegato di Yves Saint Laurent dal 2013, in aggiunta al suo ruolo corrente, viene nominata Kering Deputy Ceo, responsabile per il Brand Development del gruppo. Tutti gli amministratori delegati dei marchi riporteranno a lei e sarà responsabile della guida delle maison del gruppo nelle loro prossime fasi di crescita. Per garantire una transizione appropriata, Francesca Bellettini assumerà gradualmente le sue nuove responsabilità nei prossimi mesi, e una nuova prima linea dirigenziale è stata istituita in Yves Saint Laurent.

“Marco Bizzarri, presidente e amministratore delegato di Gucci dal 2015, nonché membro del Comitato
Esecutivo di Kering dal 2012, lascerà l’azienda a partire dal 23 settembre 2023. Figura chiave del Kering
leadership Group da 18 anni, Marco Bizzarri ha concepito e guidato la straordinaria strategia di crescita
di Gucci dal 2015, dopo aver già ricoperto con successo incarichi presso altre realtà del gruppo Kering”.

“Jean-François Palus, attualmente direttore generale del Gruppo Kering, viene nominato presidente e
amministratore delegato di Gucci per un periodo transitorio. Avrà il compito di rafforzare i team e le
operazioni di Gucci, mentre la maison ricostruisce la sua autorevolezza e momentum, definendone la
leadership e organizzazione del futuro. Jean-François Palus lascerà il suo incarico nel consiglio di
amministrazione di Kering e si trasferirà a Milano.

“Jean-Marc Duplaix, direttore finanziario dal 2012, viene nominato Kering Deputy Ceo, responsabile
delle operazioni e della finanza. Jean-Marc Duplaix sarà a capo di tutte le funzioni corporate del Gruppo
e sarà responsabile del continuo miglioramento dell’efficienza delle diverse funzioni”.

Il commento di Pinault
François-Henri Pinault, presidente e amministratore delegato di Kering, ha dichiarato: “Stiamo
costruendo un’organizzazione più solida per cogliere appieno la crescita del mercato globale del lusso.
Non vedo l’ora di lavorare con Francesca nel suo nuovo ruolo. Oltre a essere stata determinante nel
moltiplicare per sei i ricavi da quando ha raggiunto Saint Laurent, è stata una partner straordinaria, e
adesso tutti i nostri marchi, così come il gruppo, beneficeranno della sua esperienza. Jean-Marc ha
guidato la nostra trasformazione in un gruppo di lusso integrato e conto su di lui per continuare a
infondere disciplina e responsabilità in tutta l’organizzazione e promuovere il continuo sviluppo delle
migliori pratiche in tutte le nostre operazioni. Jean-François è stato il mio braccio destro e uno sparring
partner quotidiano per diversi decenni. Adesso concentrerà le sue energie nel portare la nostra più
grande ricchezza al top della forma, e non potrei esserne più grato”. François-Henri Pinault ha aggiunto:
“Voglio ringraziare Marco per il suo spettacolare contributo al successo di Gucci e di Kering, e gli auguro
il meglio per i suoi impegni futuri. Sono certo che i cambiamenti che annunciamo oggi posizioneranno
Kering sulla strada del successo e di una crescita profittevole nel lungo termine”.

Nel 2022 Kering ha realizzato un fatturato di 20,4 miliardi e ha oltre 47.000 dipendenti.

Share this post:
Maria Silvia Sacchi
Giornalista professionista. Ha lavorato per le principali testate italiane. Negli ultimi 23 anni è stata al Corriere della Sera, il più importante giornale italiano, per il quale ha seguito l’industria della moda e del lusso e le evoluzioni delle grandi famiglie imprenditoriali. In Rcs Mediagroup ha impostato e diretto il master in Management della Moda e del Lusso e gli Online Fashion Talks di Rcs Academy.