diretto da Maria Silvia Sacchi

Voci dal mercato

Massimo Vian pronto a passare da Prada a Gucci

Il direttore industriale del gruppo. È già stato co-amministratore delegato di Luxottica

Massimo Vian pronto a passare da Prada a Gucci

Massimo Vian stava facendo un lavoro importante sulla struttura produttiva di Prada, gruppo nel quale era arrivato come direttore industriale ad aprile del 2020, un momento delicato com’è stato quello della pandemia. Ma adesso il manager è pronto a cambiare società: sul mercato si dice, infatti, che a fine anno lascerà Prada per passare a Gucci per una propria evoluzione professionale. Tanto che c’è chi ipotizza che il ruolo che andrà ad assumere sia di maggior peso.

D’altra parte, Vian è un manager conosciuto e di alto standing. Per 13 anni ha lavorato in Luxottica, prima come direttore operation in Asia, poi come direttore operation di gruppo e infine, come co-amministratore delegato “prodotto e operation”. Carica, quest’ultima, che ha tenuto nel periodo – burrascoso – di passaggio dalla leadership di Andrea Guerra a quella di Francesco Milleri. E, infatti, Vian è uscito da Luxottica quando Leonardo Del Vecchio ha deciso di nominare Milleri unico amministratore delegato. Da tre anni è in Prada dove, da gennaio di quest’anno, si è ricostruito il tandem ex Luxottica con l’arrivo di Andrea Guerra come amministratore delegato di gruppo, chiamato da Patrizio Bertelli e Miuccia Prada a gestire la transizione al figlio Lorenzo Bertelli.

In Prada Vian stava lavorando sul potenziamento della struttura produttiva, uno snodo – la supply chain – che è diventato fondamentale per tutti i gruppi del lusso. Lo scorso marzo la maison milanese aveva annunciato l’assunzione di 400 persone entro fine 2023. “Il gruppo Prada continua a investire nella propria filiera produttiva, coerentemente con quanto annunciato a fine 2021 durante il Capital markets day”, aveva dichiarato Vian nell’occasione. Sottolineando che “potenziamo la nostra struttura industriale, rispettosi dei partner di lungo periodo. Le oltre 400 assunzioni saranno strategiche per far crescere il gruppo nei prossimi anni e la Prada Group Academy giocherà un ruolo sempre più fondamentale per il nostro sviluppo e per quello del tessuto produttivo italiano del settore. Consideriamo nostro dovere formare giovani talenti e mantenere vivo il sapere artigianale”. Se quanto si dice sul mercato sarà confermato, per il manager si apre adesso un nuovo, e importante, capitolo professionale.

Share this post:
Maria Silvia Sacchi
Giornalista professionista. Ha lavorato per le principali testate italiane. Negli ultimi 23 anni è stata al Corriere della Sera, il più importante giornale italiano, per il quale ha seguito l’industria della moda e del lusso e le evoluzioni delle grandi famiglie imprenditoriali. In Rcs Mediagroup ha impostato e diretto il master in Management della Moda e del Lusso e gli Online Fashion Talks di Rcs Academy.